Presentazione

 

 

 

 

 

 

CHI SIAMO
L’11 gennaio 2008, ad Aosta, è stata costituita la FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D’AOSTA ONLUS destinata a perseguire esclusivamente fini di solidarietà sociale nell’ambito territoriale della Regione Valle d’Aosta.

COSA FACCIAMO
La Fondazione si propone di svolgere attività di beneficenza e di pubblica utilità e in particolare di:

  • promuovere la costituzione di un patrimonio la cui rendita sia permanentemente destinata in beneficenza per il finanziamento di attività di assistenza sociale e socio sanitaria, assistenza sanitaria, formazione, sport dilettantistico, tutela, promozione e valorizzazione di attività culturali e dei beni di interesse artistico e storico, della tutela e valorizzazione della natura e dell’ambiente, della ricerca scientifica e delle altre attività volte a migliorare la qualità della vita della comunità della Valle d’Aosta;
  • promuovere direttamente o indirettamente la raccolta di fondi da erogare, unitamente alle rendite derivanti dalla gestione del patrimonio, a favore di progetti e iniziative di cui alle sopra indicate finalità;
  • promuovere una maggiore consapevolezza circa i bisogni e le potenzialità del territorio, anche attraverso ricerche, studi, convegni, seminari, pubblicazioni e periodici;
  • assistere coloro che intendono donare, operando per rimuovere gli ostacoli culturali, amministrativi, legali e fiscali alla diffusione di una cultura della donazione;
  • promuovere e attuare forme di collaborazione e integrazione con progetti di altre organizzazioni non lucrative che operano per la crescita civile, culturale e sociale della comunità valdostana;.
  • promuovere, gestire la raccolta, costituire fondi con finalità specifiche, in via sussidiaria, in occasione di eventi particolari, anche a favore di progetti nazionali e internazionali.
  • La Fondazione potrà svolgere tutte le attività connesse al proprio scopo istituzionale, nonché tutte le attività accessorie per natura a quelle statutarie in quanto integrative delle stesse purché nei limiti consentiti dalla legge.

(estratto dall’art. 2 dello Statuto)