Fondazione comunitaria della Valle d'Aosta Onlus

Fondo Emergenza Coronavirus VdA

PULSANTE COUNTER

È possibile donare per mezzo di bonifico bancario intestato alla Fondazione, indicando la causale: Fondo Emergenza Coronavirus VdA.

Coordinate bancarie:
Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta

Banca Intesa San Paolo c/c 5667 IBAN IT73 G 03069 09606 100000005667
BCC Valdostana c/c 50701 IBAN IT53 Q 08587 01211 000110150701
UniCredit c/c 000102396075 IBAN IT37 G 02008 01210 000102396075

 

Federica Brignone, campionessa del mondo di sci alpino, Ambassador della Fondazione

                                         Foto Davide Brignone

 

La Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta, la Youth Bank, il CSV - Coordinamento Solidarietà Valle d’Aosta, la Caritas Diocesana, il Forum del Terzo settore e Lions Club Aosta-Host e Mont Blanc promuovono, insieme, una raccolta di risorse per il sostegno di iniziative volte a mitigare gli effetti collaterali prodotti dall’emergenza Covid-19.

Il Fondo Emergenza Coronavirus VdA intende raccogliere risorse non solo per aiutare a fronteggiare l’emergenza sanitaria, ma per impostare fin da subito anche una risposta per il DOPO. Quando la “normalità” sarà finalmente ripristinata, molti si rialzeranno a fatica: sarà quello il momento in cui le forze economiche e sociali dovranno essere pronte!

Le categorie più deboli e quelle economicamente penalizzate da questo arresto coatto dell’intero sistema socioeconomico dovranno, una volta terminata l’emergenza, trovare non solo risorse pubbliche compensative, ma anche aiuti quotidiani, prossimità, solidarietà concreta da parte della comunità di appartenenza. È necessario che le risorse umane e finanziarie facciano rete affinché le azioni siano più efficaci e strategiche.

Per questo abbiamo bisogno del tuo aiuto. 

Soci Fondatori: Il Vescovo di Aosta, Il Presidente del Celva, Il Sindaco di Aosta, Il Presidente della Camera di commercio, Il Presidente dell’Ordine dei Commercialisti, Il Presidente dell’Ordine deiNotai, Il Presidente del Coordinamento solidarietà della Valle d’Aosta, La Compagnia S. Paolo.

Sostenitori: Confcommercio, Ordine degli Ingegneri, Aosta Future Camp, Ordine degli Architetti, Ordine dei Commercialisti, ADAVA, Ordine dei Medici, Associazione Nazionale Dentisti italiani Valle d’Aosta, Condotta Slow food Aosta, Associazione ex Consiglieri Regionali, Gros Cidac, Reale Mutua Assicurazioni, Coldiretti, Ivies S.pA., Gruppo Marzocco, Anpi regionale, Consiglio Notarile di Aosta.

Aggiornamenti

Per rimettere immediatamente in circolo una prima parte delle risorse raccolte abbiamo lanciato un bando (cf sezione dedicata in questo sito) rivolto agli enti del terzo settore volto a contribuire a:

  • promuovere interventi a favore di persone fragili, minori e famiglie in situazione di difficoltà nella fase acuta dell’epidemia e nell’immediato dopo-emergenza;

  • attivare reti di sostegno capaci di fornire risposte rapide ed efficaci alle specifiche esigenze delle fasce più deboli della popolazione e ai nuovi soggetti messi in difficoltà dalla situazione contingente.

Sul fronte sociale si stanno attivando, in accordo con i servizi sociali regionali e in collaborazione con il Banco Alimentare, forniture di cibo fresco da distribuire a famiglie e a persone sole in difficoltà economica che fino all’inizio della crisi sanitaria erano garantite dall’Emporio Solidale, chiuso temporaneamente perché non era possibile garantire condizioni di sicurezza sufficienti ad arginare la diffusione del virus.

Negli ultimi giorni abbiamo inoltre provveduto alla consegna diretta di altre 1.000 mascherine chirurgiche, frutto della generosità di un noto farmacista di Aosta. In aggiunta abbiamo consegnato anche 300 tute protettive donate dalla ditta IVIES Spa con sede a Pontey. Questi beni si sommano a un ordinativo già effettuato di 1.500 mascherine FFP2 per contribuire subito all’urgente richiesta da parte del personale sanitario dell’Ospedale Parini e dei volontari impegnati ad assistere le persone in difficoltà.

Stiamo inoltre proseguendo con l’approvvigionamento di termometri, saturimetri e mascherine protettive: oggetti preziosissimi per aiutare a proteggere chi ci aiuta.

L’approvvigionamento concordato dei dispositivi individuali di protezione è urgente in questi giorni”, sottolinea il Presidente della Fondazione comunitaria. “Noi continueremo a mobilitarci sia consegnando direttamente materiale dell’AUSL, sia supportando altri soggetti, come le Unités des Communes, nel mettere a disposizione contatti di possibili fornitori”. La raccolta Fondi è ancora aperta. Il puntuale utilizzo della risorse verrà periodicamente comunicato. Ma ci serve ancora il vostro aiuto”

 

1 commento

  1. […] Chi volesse fare una donazione può farlo seguendo le istruzioni presenti sul sito. […]