Fondazione comunitaria della Valle d'Aosta Onlus

Convegno: “I Nuovi Montanari” – 29 maggio 2015 | Castello di Introd

Home > Altre iniziative > Convegno: “I Nuovi Montanari” – 29 maggio 2015 | Castello di Introd


Le mutate condizioni socio-economiche favorite dalla crisi stanno generando un radicale ripensamento dei propri stili di vita, portando alla conseguente ricerca di nuove soluzioni, tra cui la valorizzazione della montagna come luogo in cui creare nuove opportunità e da cui attingere nuove visioni e, allo stesso tempo, in un’ottica di scambio, in cui apportare saperi e progetti. Al convegno, moderato da Giacomo Sado, sono intervenuti Giuseppe Dematteis, autore del libro “Nuovi Montanari. Abitare le Alpi nel XXI secolo” e Francesca Campora, Segretario Generale della “Fondazione Edoardo Garrone”. Attraverso le parole, le storie e le esperienze di alcuni protagonisti sono state presentate le testimonianze dirette di chi ha affrontato questo percorso di vita che, dalla città, ha portato alla montagna: Paola Bortoli, di Milano, che, con la sua famiglia, gestisce l’azienda agricola La Ferme du Grand Paradis di Cogne; Riccardo Taolin che, da Venezia, si è trasferito ad Introd per gestire La Pietra felice – Chambres d’Hôtes; e Mirko Fortuna, consulente IT e-health, che, grazie alle nuove tecnologie, ha potuto spostare la propria attività dalla Capitale a Cogne lavorando in remoto. Le conclusioni del convegno sono state affidate a Luca Remmert, Presidente della Compagnia di San Paolo, che ha focalizzato parte della propria attività istituzionale sul tema della montagna. Erano presenti Vittorio Stefano Anglesio, sindaco di Introd e Presidente di Fondation Grand Paradis, di Nicola Rosset, Presidente della Chambre valdôtaine des entreprises et des activités e di Luigino Vallet, Presidente di Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta. L’evento è stato organizzato da Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta e Fondation Grand Paradis in collaborazione con il Comune di Introd e la Chambre valdôtaine des entreprises et des activités libérales.

 


Indice altre iniziative >