Durante e dopo di noi - Fondazione Comunitaria della Valle D'Aosta
Fondazione comunitaria della Valle d'Aosta Onlus

DURANTE E DOPO DI NOI

La difficoltà di progettare il futuro, soprattutto in presenza di situazioni di disabilità, con tutte le sue variabili, è un esercizio quanto mai complesso; è necessario fare chiarezza e trovare mediazioni su quanto si vorrebbe e su quanto è effettivamente realizzabile

Nel 2018 la Fondazione investirà buona parte delle risorse disponibili per realizzare “campagne” volte a sensibilizzare la popolazione sul tema del “Durante e dopo di noi”.

Sarà necessario creare alleanze di senso e forti condivisioni per raggiungere obiettivi e risultati che diano stabilità e garanzie a lungo termine.

Ogni famiglia conosce il proprio problema ma probabilmente pochi hanno una visione complessiva dell’insieme dei numerosi problemi esistenti, declinati per tipologia di disabilità e di condizione familiare.

Il tema del “durante e dopo di noi” è un argomento complesso, che coinvolge differenti aspetti, presenti durante tutto il percorso di vita della persona con disabilità, tutti molto delicati (da quelli emotivi e affettivi a quelli giuridici, economici, assistenziali e abitativi). Anche alla luce della recentissima legge sul “Dopo di noi” (approvata il 14 giugno 2016), che ha avviato una profonda riflessione sulle tematiche e le azioni da promuovere, diventa indispensabile porre l’attenzione sul “durante”, identificato come un indispensabile “agire” di progettualità e sperimentazione, per poter mettere in atto forme di accompagnamento e sostegno allo sviluppo e alla realizzazione di percorsi di vita quanto più autonomi possibile per le persone con disabilità. Il “durante noi deve essere inteso dalle famiglie, ma anche dall'intera comunità, come il tempo per costruire il futuro dei propri figli, che hanno la necessità di avere un proprio spazio di partecipazione e confronto affinché siano accolte le peculiarità di ogni vita e di ogni situazione. Ciò conferma l’assoluta necessità di valorizzare il ruolo attivo delle persone con disabilità e delle loro famiglie integrandolo in una rete di servizi, enti per l’elaborazione e attuazione del progetto di vita. “Durante” significa anche sperimentare percorsi diversi e flessibili, prima che la decisione sia determinata da situazioni contingenti o legate all’emergenza.

Il progetto “Il cielo in una stanza”, realizzato dall’Associazione Girotondo (già al quinto anno di vita) sta funzionando e sta offrendo a numerose persone disabili la possibilità di sperimentare e vivere alcune giornate in autonomia al di fuori della famiglia. Analogamente consente alle famiglie delle persone disabili di rigenerarsi e sperimentare la possibilità di una vita indipendente e autonoma dei propri congiunti, anche in previsione di un futuro in cui non potranno essere più presenti (vecchiaia, malattia o morte)

In questi ultimi mesi la Fondazione ne ha discusso abbastanza diffusamente e ritiene possibile procedere alla realizzazione di alcune iniziative concrete in avanzata fase di elaborazione in collaborazione con Codivda (Coordinamento disabilità Valle d’Aosta): diffusione del progetto “il Cielo in una stanza”, organizzazione di incontri tra famiglie e professionisti (anche provenienti da altre regioni), sinergie con la Fondazione Ollignan.

Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta Onlus

Sede Legale e operativa:
Via San Giocondo, 16 - 11100 Aosta

Orari di apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00

Telefono: 0165-231274